Giornata del Riuso

La “Giornata del Riuso” è un evento de L’isola che c’è nato nel 2014, all’interno dei progetti Meno RIFIUTI + VALORE e Radici e Ali, con l’obiettivo di dare nuova vita a oggetti non più in uso.

L’iniziativa risponde, quindi, a finalità ecologiche, sociali ed economiche: permette di trasformare beni probabilmente destinati a essere buttati in qualcosa di ancora utile per qualcun altro, evitando nuovi acquisti e spese per le famiglie.

A Como si producono ogni anno circa 40.000 tonnellate di rifiuti urbani, con una media pro-capite di 485,45 kg (1,33 kg al giorno). Quasi 500 kg di rifiuti urbani annuali pro-capite significano a monte circa 5.000 kg di rifiuti industriali prodotti, 16.000 kg di materie prime impiegate e ben 50.000 kg di risorse naturali consumate. Ridurre la produzione di rifiuti, riusare e riciclare significa salvaguardare il pianeta e le risorse naturali, consumando meno materie prime e immettendo nell’atmosfera meno sostanze inquinanti.

Durante la Giornata del Riuso è, possibile, scambiare o donare per fini sociali solo oggetti ancora in buono stato e puliti:

  • abbigliamento e accessori;
  • libri, fumetti, musica e film;
  • oggettistica per la casa e attrezzature;
  • giocattoli, abiti e oggetti per bambini.

Oltre allo scambio e al dono, l’evento prevede anche, a seconda delle edizioni, svariate attività di animazione, come laboratori, concerti, piccoli spettacoli teatrali, pranzi condivisi e pic-nic.

È, insomma, un vero momento di festa e divertimento per grandi e bambini, reso possibile dall’entusiasmo delle realtà locali coinvolte e dalla disponibilità di tanti volontari.

LA PROSSIMA GIORNATA DEL RIUSO SARÀ  A GENNAIO 2018. A BREVE TUTTI I DETTAGLI!


Se anche tu vuoi contribuire alla realizzazione della prossima Giornata del Riuso, FAI IL VOLONTARIO: scrivi a riuso@lisolachece.org o chiama il 331.6336995 per maggiori informazioni.

Per restare sempre aggiornato sulle edizioni e le attività in programma:
SEGUI LA PAGINA FACEBOOK!

 

Tag 

News ed Eventi

Partecipanti della rete